Press "Enter" to skip to content

Al di là del bene e del male by Friedrich Nietzsche

By Friedrich Nietzsche

Collana Nuovi Coralli. N. 193 - Torino - 1977 - in sixteen° - - pp.180 - Brossura editoriale illustrata - Prima edizione

Show description

Read or Download Al di là del bene e del male PDF

Similar italian_1 books

Learn Italian: A Guide To Learning The Basics of A New Language

Why you'll want to study Italian Italian would possibly not rank one of the most sensible 10 most generally spoken languages on this planet, partially since it is the authentic language of just a couple of sovereign states. still, it continues to be hugely renowned as a moment language, even between local English audio system. If you’ve consistently questioned why Italian should be discovered as a moment language, many of the purposes may perhaps shock you.

Additional info for Al di là del bene e del male

Sample text

Ma è poi questa – una risposta? Una spiegazione? O non piuttosto soltanto una ripetizione della domanda? Com’è che l’oppio fa dormire? «Grazie a una facoltà», cioè la virtus dormitiva – risponde quel medico in Molière: quia est in eo virtus dormitiva , cujus est natura sensus assoupire . » – cioè è tempo di renderci conto che tali giudizi devono essere creduti come veri al fine della conservazione di esseri della nostra specie; ragion per cui, naturalmente, potrebbero anche essere giudizi falsi!

In verità la cosa si pone in termini assai diversi: mentre voi in attitudine di rapimento asserite di leggere nella natura il canone della vostra legge, volete qualcosa di opposto, voi curiosi commedianti e ingannatori di voi medesimi! Il vostro orgoglio vuole prescrivere e incarnare nella natura, perfino nella natura, la vostra morale, il vostro ideale, voi pretendete che essa sia natura «conforme alla Stoa» e vorreste far esistere ogni esistenza alla stregua della vostra propria immagine – come una mostruosa, eterna glorificazione e universalizzazione dello stoicismo!

Forse lui, quando discute di qualcosa, non mira a stabilire che cos’è questo oggetto, e neppure come va giudicato, ma vuole semplicemente raccontare che cosa sente di fronte a questo oggetto. A lui interessa il modo di sentire – istintivamente, in base alla natura dell’individuo – rispetto alle cose del mondo e ai pensieri degli uomini. Per far questo ha bisogno di cambiare continuamente le prospettive, di far ruotare le cose osservate, in modo di stordire il lettore, di metterne alla prova l’istinto, di obbligarlo alla menzogna reticente, al rifiuto della provocazione.

Download PDF sample

Rated 4.88 of 5 – based on 6 votes